Itinerari

Castello

L’ampio parcheggio sottostante consente di lasciare l’auto in prossimità della strada di accesso che sale ripida per 250 m fino all’accesso al sito.  Sulla salita si incontra la Pieve di San Pietro. Dal parcheggio partono anche diversi sentieri verso il Monte di Muris e il Tagliamento. Il Castello di San Pietro di Ragogna rimane aperto al pubblico con ingresso gratuito dal 14 giugno  2020 al 31 Ottobre 2020 dalle 14.30 alle 18.30 solo nei sabati e delle domeniche. Il Castello ospita una mostra permanente sul fiume Tagliamento e, spesso, mostre di pittura, scultura o artigianato.

Contatto telefonico per avere conferma delle aperture: 340.84.15.410
area del sito

audioguida multilingua

anello del Lago

mappa Google

file scaricabile

mappa 3D

dal centro del paese al Lago

mappa Google

file scaricabile

mappa 3D

Lago di Ragogna

Il Lago dispone di un tracciato ciclo pedonabile circolare di 4 Km. Diverse possibilità per parcheggiare e si trovano anche diversi spazi per il pic-nic e una torretta per il birdwatching. Il Lago di Ragogna è di origine morenica, si è formato circa a 12.000. Riconosciuto dalla Comunità Europea come sito naturalistico di interesse comunitario per le sue particolarità naturalistiche, è caratterizzato da una forma ellittica, ha un diametro di circa 700 m. Con una superficie di 25 ettari e le attuali dimensioni – circa un quarto rispetto a quelle originali dovute ad una bonifica operata verso gli anni Trenta – ed ha una profondità che raggiunge i 9-10 metri. Oltre alle precipitazioni piovane il lago è alimentato dall’apporto di alcuni ruscelli scendono dalle pendici meridionali del monte e dalle colline circostanti e da una sorgente sotterranea, situata nella zona nord-ovest presso l’attuale batimetro. Alcune ricerche archeologiche hanno portato alla scoperta di testimonianze storiche databili all’età del Mesolitico Recente e del Neolitico Antico (5000 a.C.), appartenenti ad una comunità agricola che si era insediata sulle sponde del lago. Una caratteristica importante del lago è la presenza della “castagna d’acqua” (Trapa Natans), pianta acquatica la cui caratteristica è il frutto dall’involucro legnoso di colore bruno-rossastro con quattro punte. Sui bordi del bacino lacustre si incontrano piante tipiche delle aree umide , come salici, ontani, e pioppi.

Il percorso “anello del Lago”, di 4 Km è adatto a tutti, sia a piedi che in bici e si percorre in 1 ora.

Il percorso “dal centro del paese al Lago”, di 8 Km è adatto a tutti, sia a piedi che in bici e si percorre in 2 ore. E’ consigliato perchè parte e ritorna nella piazza del paese dove è possibile accedere a diversi servizi (bar per colazione, ristorante per il pranzo, edicola, market, ufficio postale, banca, diversi altri negozi).

Percorsi Grande Guerra

La rete degli itinerari tematici sul territorio di Ragogna costituisce un museo all’aperto dei Luoghi della Grande Guerra nel Friuli Collinare. Sono in gran parte dotati di cartellonistica specifica e segnaletica escursionistica, tutti privi di difficoltà (turistici o escursionistici facili). I sentieri storici si possono percorrere in tutte le stagioni.

Il territorio di Ragogna, in particolare nella zona dal Monte e del Tagliamento, è stato teatro di battaglia nel corso dei mesi ottobre e novembre del 1917. Il fronte di guerra aveva infatti raggiunto la zona dopo la disfatta di Caporetto e il conseguente ritiro dell’esercito italiano sulla linea del Monte Grappa – Fiume Piave inseguito dalle truppe dell’Impero austro-ungarico. Le escursioni della Grande Guerra valorizzano le tracce ancora molto evidenti di quel conflitto: trincee, fortilizi, mulattiere. Queste evidenze costituiscono un patrimonio storico da conoscere e preservare. I percorsi portano alla scoperta anche di scorci paesaggistici di notevole bellezza.

 

sentiero storico del Monte

mappa Google

file scaricabile

mappa 3D

anello del Monte di Ragogna

mappa Google

file scaricabile

mappa 3D

dal centro del paese al Monte

mappa Google

file scaricabile

mappa 3D

Monte di Ragogna

Sentiero CAI n. 813 – COLLINE MORENICHE
San Giacomo – Cà Forra – Cà Lot – M.te Muris – Canodusso – San Giacomo

Dal centro di San Giacomo (Ragogna) si sale per la strada asfaltata alla Casa Rossa (agriturismo), quindi per sterrato si giunge alle case di Cà Farra. Per asfalto si svolta a sinistra per circa 50 mt poi a destra per il sentiero nel bosco ed attraversato un rigagnolo si risale il versante opposto fino a giungere all’abitato di Cà Lot, a San Pietro di Ragogna. Attraversato si riprende il sentiero che fra tracce di trincee sale alla cresta (panorama verso il Tagliamento) ora si percorre tutta la cresta fino alla cima con scorci panoramici verso la pianura e la pedemontana. Continuando si giunge alla chiesetta di San Giovanni (dedicata ai caduti) e da quì per forestale passando per Canodusso si giunge a Cà Farra. Ora a ritroso si raggiunge la Casa Rossa e San Giacomo.
Seguire le indicazioni bianche e rosse del sentiero CAI 813.
10 Km – dislivello 340 m – 3 ore e mezza – dai 10 anni

Il percorso “dal centro del paese al Monte”, di 8 Km è adatto a tutti, si percorre a piedi in 3 ore e mezza circa. E’ consigliato perchè parte e ritorna nella piazza del paese dove è possibile accedere a diversi servizi (bar per colazione, ristorante per il pranzo, edicola, market, ufficio postale, banca, diversi altri negozi).